“I Ragazzi di Villa Emma” e le loro famiglie chinano la testa per la scomparsa dello storico professor Klaus Voigt. Scienziato ed uomo di cultura, persona attenta ed amante del prossimo, grande uomo ed amico.

Klaus ha analizzato negli anni la storia dello straordinario salvataggio dei “Ragazzi di Villa Emma”. Ha incontrato e tenuto un carteggio con molti, ha avuto incontri ed ha partecipato a convegni in Israele, a Nonantola ed altri luoghi. Si è anche occupato della traduzione e della pubblicazione di libri e diari scritti dai Ragazzi. Con insistenza e con energia instancabile, con la calma e la finezza che lo caratterizzavano, si è impegnato a scoprire maggiori dettagli sul percorso che ha portato alla loro salvezza. Si è preso cura di loro stabilendo via via legami personali con i Ragazzi e con le loro famiglie.

Caro Klaus, siamo così tristi per la tua morte. Ci mancherai molto. Non ti dimenticheremo mai.

“I Ragazzi di Villa Emma” e le loro famiglie

Ragazzi e ragazze di Villa Emma ad un ritrovo del gruppo (25 ottobre 1996, collezione Siegfried Kirschenbaum, Archivio Fotografico del Comune di Nonantola)